“Mammasantissima”, i legali di Sarra: “Diffusi atti investigativi coperti da segreto”

Alberto Sarra
Advertising

“Il virgolettato riportato dal quotidiano Gazzetta del Sud non corrisponde a quanto realmente dichiarato dal nostro assistito”.

Lo affermano, in una nota, gli avvocati Angelo Alessandro Sammarco e Danilo Sarra in relazione all’interrogatorio dell’ex consigliere ed ex sottosegretario regionale della Calabria Alberto Sarra sulla cupola segreta degli “invisibili” che governerebbe la ‘ndrangheta emersa da un’inchiesta della Dda di Reggio Calabria.

“Infatti – aggiungono i due legali – l’interrogatorio registrato integralmente non é stato ancora trascritto e le frasi diffuse dal giornale come dichiarazioni di Alberto Sarra sono soltanto riportate in una verbalizzazione sommaria dell’atto che non ha valore giuridico e che non sostituisce l’autenticità del dichiarato”.

“Esprimiamo il nostro disappunto – concludono gli avvocati Sammarco e Sarra – per questa operazione giornalistica che non soltanto dà una notizia avvalendosi di atti investigativi coperti da segreto, ma che finisce pure per creare un obiettivo pregiudizio alla vicenda giudiziaria in corso nonché umana e personale dell’avvocato Alberto Sarra”.