Mareggiate, in ginocchio le “Perle del Tirreno”

Maltempo, devastate le “Perle del Tirreno” di Calabria e Basilicata Praia a Mare e Maratea: sono tra le più ambite mete turistiche estive, ma ora sono al centro di una terribile mareggiata.

Dopo l’Equinozio di Primavera una violenta ondata di maltempo ha iniziato a colpire il Sud Italia. Particolarmente critica in queste ore la situazione dei litorali del basso Tirreno tra Calabria e Basilicata. Tra le località più colpite ci sono le “perle del Tirreno”, Maratea e Praia a Mare, tra le più ambite mete turistiche estive che ogni anno tra giugno e agosto contano centinaia di migliaia di presenze, soprattutto da Roma e Napoli. Le immagini che arrivano in queste ore proprio dalla zona di Maratea, Praia a Mare e Tortora sono terribili, con gravi danni per la furia delle onde.

Mareggiate, situazione critica a Maratea

Al porto di Maratea si registrano danni alle imbarcazioni. Le onde alte hanno superato i muri di contenimento del porticciolo ed hanno danneggiato le banchine ed alcune barche ormeggiate. Il sindaco di Maratea, Domenico Cipolla, ha reso noto che è stato chiuso l’accesso al porto e alla spiaggia di Fiumicello ed ha comunicato ”danni notevolissimi su tutta la costa e soprattutto al porto stesso”.Maltempo, Calabria tirrenica devastata

In Calabria, oltre che Praia Mare, colpita anche la fascia catanzarese con notevoli disagi alla circolazione ed ai residenti di vari comuni che affacciano sul Tirreno, tra cui Gizzeria, Falerna e Nocera Terinese. In modo particolare, ad essere stata investita dalla forza del mare in tempesta è stata la costa di Nocera Terinese dove molte attività commerciali, tra cui ristoranti e pizzerie, ed abitazioni poste al pianterreno si sono allagate, insieme ad alcuni sottopassaggi che collegano le zone abitate dal mare, nonostante la distanza dalla spiaggia. A Nocera Terinese, il mare in tempesta ha abbattuto delle barriere di protezione e si è riversato in un’area abitata. Le squadre dei vigili del fuoco sono state impegnate molte ore a soccorrere i cittadini bloccati in casa con l’ausilio di una squadra di specialisti fluviali.

Fonte: Meteoweb