Marina di Sibari si allaga ancora: è pronta per le Olimpiadi del cazzaro

Advertising

Marina di Sibari si allaga ancora: in meno di un mese è la terza volta che la località turistica si sveglia in questo modo, in mezzo all’acqua. E stavolta non c’è neanche la solita attenuante della “bomba d’acqua” che può giustificare il disagio.

E’ evidente che il sistema di smaltimento delle acque non funziona, così come c’è preoccupazione per l’acqua che esce dai rubinetti, di sicuro non potabile.

Il gruppo di opposizione “Iacobini sindaco” interviene duramente sulla questione.

“Dopo la prima alluvione, la cui colpa è stata data alla manomissione delle pompe, dopo la seconda alluvione, la cui colpa è stata data all’Enel, stavolta a chi sarà data? Mentre i territori circostanti con gli investimenti ricevuti per progetti vari e per i Pisl si candidano ad essere il salotto della Calabria, vedi il lungomare di Trebisacce, da noi, dopo aver speso quasi 4 milioni di euro, ci sono stati più danni che vantaggi per turisti e commercianti. Ci dispiace per tutti i post e le immagini che girano su FB perché rovinano l’immagine di Marina”.

Curioso il caso di un ragazzo cassanese che, vista la piazzetta Sybaris allagata e con l’acqua alta, è salito su una piccola canoa e si è fatto riprendere mentre la navigava.

Inevitabile l’ironia sulle Olimpiadi della Magna Grecia invocate dal sindaco cazzaro di Cosenza e che prevedono uno spazio importante proprio per Sibari. E’ evidente che da quelle parti sono… già pronti.

Povera Cosenza e povera provincia in mano a questo ciarlatano!