Massoneria deviata: ci hanno preso tutti in giro (di Eraldo Rizzuti)

Advertising

Ormai siamo nel caos più totale, i personalismi imperano e i poteri deviati impongono la legge del più forte. Dopo l’operazione “Mammasantissima” la Calabria degli onesti  è profondamente indignata e chiede un radicale cambiamento  dell’agire  dei rappresentanti dei cittadini a tutti i livelli, anche per chi amministra la giustizia.

Questo non è un fenomeno circoscritto ed isolato, ma ormai è una epidemia ed è diventata una vera e pericolosa emergenza nazionale (Reggio Calabria oggi, ieri Roma, Milano, Venezia, Palermo, L’Aquila…)

È molto doloroso accettare che rappresentanti del popolo, con i quali hai più volte discusso di legalità, onestà, dei più alti valori dell’uomo, sono collusi, favorivano, favoriscono e intrecciano continuamente rapporti e legami con la criminalità  e la massoneria deviata.

Una seria riflessione è richiesta anche alla chiesa in merito alla selezione degli appartenenti ai vari ordini religiosi cavallereschi. Questo significa che abbiamo sbagliato tutto e siamo stati presi in giro da persone che predicavano la giustizia e la non violenza e nei fatti favorivano la violenza, la corruzione, il malaffare e gli interessi personali.

Bandiere-Pd-685x320Questo ha interessato e interessa tutti i partiti politici, ma è strano, è molto strano che un partito popolare e “democratico” come il PD, nato come partito dei lavoratori, protagonista delle prime tre fasi della questione sociale italiana, che hanno consentito tutte le conquiste sociali e sindacali dei lavoratori, ha ormai perso la sua identità ed ha cancellato la sua storia, la sua memoria.

Fermo sostenitore della questione sociale, delle disuguaglianze, si è trasformato in una casta di privilegiati che di fatto è contro la sovranità popolare e i diritti naturali, gli operai e le classi più deboli.

Oggi, le tensioni sociali sono molto forti, il livello della povertà, della mancanza del lavoro non è più tollerabile, siamo amministrati da mediocri che non sanno nemmeno scrivere le leggi (vedi la legge della non – soppressione delle Province, la riforma cosiddetta costituzionale).

Non è un caso che la Calabria è la regina delle leggi inapplicate, perché le leggi non esistono, vengono “interpretate per gli amici e applicate per i nemici”. In nome del dio denaro la vita dei cittadini e la loro  “sicurezza” non vale più nulla.  Difendono, con tenace imbecillità, riforme inutili ed antipopolari che nemmeno conoscono.

Questo PD ibrido, alla guida dell’Italia, erede della sinistra massimalista, nato nell’alta aristocrazia europea, rivela sempre di più la sua vera natura, antipopolare e antidemocratica.

Quello che si profila, dopo la riforma del Senato, sono i continui atti di violenza e di terrore che avveleneranno e insanguineranno sempre di più  l‘Umanità  perché alimentati da poteri che si preoccupano di più del traffico di armi che della vita degli uomini.

Se al referendum di Ottobre dovesse vincere il si, verrà cancellata  la sovranità popolare e i cittadini diventeranno sudditi del “partito unico” (della casta) che conterrà nel suo interno maggioranza e opposizione, violenza ed antiviolenza, corrotti e onesti, peccatori e santi e non ci sarà posto per gli onesti e i cattolici credenti, il loro ruolo sarà sempre di più marginale, saranno al soldo di tutte le bandiere e succubi di ogni vento di dottrina.

Non si tratterà più di emergenza, ma vivremo in un perenne conflitto in piena terza guerra mondiale, una guerra che è stata già dichiarata contro L’UOMO che si sta combattendo con delle armi molto più pericolose ed efficaci, “il denaro”.

Questo  delirante  e pericoloso teatrino della politica, sempre di più in mano a incompetenti, corrotti, disonesti e ignoranti, grillini compresi, incapaci di passare dalla protesta alla proposta per  contribuire in modo concreto a normalizzare la vita politica del “parlamento”, genera sempre di più nei cittadini un senso di paura, di smarrimento, incertezza e confusione: politica, economica e sociale.

La povertà, la mancanza di lavoro e di un regime fiscale equo e solidale, schiavizzeranno sempre di più l’uomo. Fino  a quando i cittadini onesti dovranno sopportare tutto questo?

Eraldo Rizzuti