Mauro depresso, ecco chi c’è dietro Faccia di plastica

Advertising

Il dottore Carlo Spezzano, già responsabile del laboratorio analisi di Cassano, passato temporaneamente al distretto di Corigliano per una condanna riportata per truffa, è oggi il direttore generale “ombra” dell’ASP di Cosenza.

Amico di Franco Pacenza, consigliere delegato di Palla Palla alla sanità ma in pratica assessore regionale alla Sanità, viene utilizzato da Faccia di plastica nel proprio staff quale interfaccia della stessa Azienda sanitaria provinciale con la struttura commissariale della sanità.

Beh, Mauro è depresso cronico, ormai lo sanno in tutta Italia grazie all’articolo di Sergio Rizzo del Corriere della Sera, ma all’ASP di Cosenza lo sanno fin dal primo giorno in cui si è insediato, anzi da quando Madame Fifì ha investito questo burocrate massone (la sua loggia di riferimento si chiama “La Fenice”) con la faccia come il culo, del ruolo.

E allora che si fa? Pacenza ha necessità di conoscere per tempo le azioni del commissario Scura, per cui il dottore Carlo Spezzano, di cui si fida ciecamente, ora dirige i giochi, anche perchè, com’è noto, Faccia di plastica non ha bessuna esperienza ospedaliera, essendosi da sempre solo interessato, come dipendente, di case di cura private, tanto da ricorrere agli psichiatri, agli psicologi ed ai neurologi per l’impegno profuso che gli ha procurato una depressione maggiore, grave, da stress.

Orbene, ma di cosa si è occupato il dr. Spezzano? Non si sa oltre quanto sopra riportato.

Speriamo solo che nel condurre doppi e tripli giochi nel cercare di soddisfare l’assessore ombra della sanità calabrese, non venga afflitto, anche lui, da grave depressione.