Memorial Rendace, una bella giornata di calcio vero e solidarietà

Advertising

Si è svolto domenica scorsa al Centro Sportivo Real Cosenza di viale Magna Grecia il primo torneo dedicato alla memoria di Marco Rendace.

Marco era un bambino di 10 anni volato in cielo troppo presto e giocava con i Pulcini del Real Cosenza allenati da Francesco Ziccarelli.

marco

Hanno partecipato al Memorial Rendace i Pulcini (classe 2005/06) delle scuole calcio della città e dell’hinterland e diversi sono arrivati anche dalla provincia e da altre città della Calabria. Per un totale di 26 squadre. Una partecipazione altissima che testimonia la voglia di calcio autentico e genuino che c’è nella nostra realtà. Perfetta l’organizzazione della scuola calcio Real Cosenza e della Figc di Cosenza.

Il Real Cosenza del presidente Vincenzo Perri ha voluto organizzare questa manifestazione, oltre che per ricordare il piccolo e sfortunato Marco, per regalare un sorriso ai bambini del reparto di Pediatria dell’ospedale dell’Annunziata.

Durante il torneo infatti c’è stata una significativa raccolta fondi e il ricavato delle iscrizioni delle squadre, delle varie sponsorizzazioni e dei contributi volontari che gli sportivi hanno versato, sono stati donati proprio al reparto di Pediatria. Il fine ultimo è quello di acquistare un macchinario che allevierà le sofferenze dei piccoli ricoverati: un rilevatore di vena che permetterà di effettuare i prelievi senza ulteriori sofferenze.

memorial

Passando all’aspetto tecnico della manifestazione, è stato il Marca a prevalere in una appassionante sfida con il Real Cosenza, risoltasi soltanto dopo i calci di rigore. Questi i Pulcini vincenti, allenati da mister Luca De Marchi: Francesco De Rose, Giovanni Oliviero, Cristian Celestino, Orlando Bevilacqua, Gianmario Delicato, Giuseppe Petrungaro, Antonio Natoli, Michele Pagliaro, Federico Bellotti, Giuseppe Sicilia, Antonio Carbone, Alessandro Pagliaro.

Notati sulla tribuna del Centro Sportivo Real Cosenza diversi osservatori di società professionistiche, che senz’altro avranno apprezzato le giocate dei giovanissimi Pulcini. Diversi nomi sono già stati annotati sui taccuini dei talent scout per poter essere seguiti e visionati nel corso della stagione.

Questo è motivo d’orgoglio per le scuole calcio del Cosentino, nella speranza che possano spiccare il volo verso settori giovanili professionistici italiani ed esteri.