Mendicino, Palermo come Occhiuto: incarichi per il nulla

Il sindaco di Mendicino Antonio Palermo
Advertising

Mendicino, Palermo segue l’esempio del suo amico e mentore Occhiuto

Quei 22mila euro dati a un ingegnere per attività di assistenza specialistica per l’attuazione del programma amministrativo

Gli incarichi per il nulla al Comune di Mendicino. Sembra una fiction ma è pura realtà. E a pagare sono i cittadini. Il sindaco Palermo segue l’esempio del suo amico e mentore Mario Occhiuto. Quanto a fantasia e incarichi i due si somigliano tanto.

La città di Mendicino è amministrata da un sindaco che affida un incarico di 22mila euro a un ingegnere per “attività di assistenza specialistica per l’attuazione del programma amministrativo”. Anche se scomodassimo i migliori traduttori del mondo e interpreti biblici, nessuno saprebbe individuare la mansione che dovrà svolgere il fortunato ingegnere.

A dire il vero, il sindaco Palermo ha tentato di arrampicarsi sugli specchi, inventando una formula nuova, fantasiosa e presente sulla delibera di Giunta n°146 del 10 novembre 2016, ritenendo “opportuno che i tre settori [tecnico, economico, amministrativo], congiuntamente, si avvalgano di prestazioni di servizio consistenti in un’attività di assistenza specialistica per una più ampia attuazione del programma amministrativo” e quindi “sarebbe opportuno che l’individuazione possa ricadere su soggetto particolarmente qualificato e con comprovate esperienze presso enti locali e/o enti sovracomunali ed eventualmente soggetto di comprovata qualificazione scientifica”.

E’ possibile che possa esistere una figura professionale così totalizzante da ricoprire tutto lo scibile umano? Al di là dell’ironia, la triste vicenda conferma le anomalie del governo del sindaco di Mendicino.

Francesca Reda
I Democratici per Mendicino