Mileto, ecco chi è il quindicenne che ha ucciso un coetaneo (forse) per motivi passionali

Advertising

Si chiama Alex Pititto il ragazzo di quindici anni che ieri notte, al culmine di una lite, ha ucciso il coetaneo Francesco Prestia Lamberti a Mileto, in provincia di Vibo Valentia.

Alex è figlio di Salvatore Pititto, nel gennaio scorso coinvolto ed arrestato nell’operazione Stammer contro il narcotraffico internazionale. Ma la criminalità non c’entra nulla con il terribile omicidio di ieri notte.

Potrebbe esserci una vicenda sentimentale all’origine della lite. È una delle ipotesi su cui stanno lavorando i carabinieri di Mileto e quelli del Comando provinciale di Vibo Valentia, con il coordinamento della Procura dei minorenni di Catanzaro, per individuare il movente del delitto.

L’ipotesi è che i due ragazzini potessero essersi innamorati della stessa ragazza. Il ragazzo è ancora sotto interrogatorio, nella caserma dei carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia: assistito dai suoi legali, sta rispondendo alle domande del magistrato della Procura dei minorenni di Catanzaro che, con gli investigatori dell’Arma, sta cercando di chiarire la dinamica ed il movente del delitto.