“Millicuseddre”

Advertising

Tutte le cucine tradizionali regionali italiane ci regalano una grande varietà di zuppe, che sono appunto il retaggio della cultura rurale e contadina che popolava le campagne di tutto il paese; tra le ricette tipiche calabresi, quindi, abbiamo questo tipo di zuppa, la “millicuseddre”, che rientra in questo solco di storia e tradizione italiana.

Altro non è che una zuppa con pasta, legumi e verdure. Millicuseddre vuol dire proprio tante cose messe insieme, la ricetta è nata dalla fantasia casalinga per poter utilizzare gli ingredienti presenti nelle case in campagna durante l’inverno.

Ecco come prepararla.

Ingredienti per 6 persone circa:

200 gr pasta del formato preferito ingredienti

200 gr funghi freschi

200 gr fave secche

100 gr fagioli secchi

100 gr ceci

100 gr lenticchie

100 gr pancetta (a scelta, può anche non essere utilizzata)

70 gr pecorino grattugiato

1 cavolo verza

1 costola sedano

1 cipolla di media grandezza

1 carota

2 spicchi d’aglio

1 dl olio extra vergine d’oliva

Sale e pepe

Preparazione:

In una capace pentola di coccio fate soffriggere con un po’ d’olio la pancetta tritata e un battuto di cipolla, sedano, carota e aglio. Appena imbiondisce, versatevi l’acqua necessaria, le foglie di verza già sbollentate e tagliate a listarelle sottili, fettine di funghi, fave, ceci, fagioli, lenticchie; il tutto già ammollato e cotto.

zuppaCuocete a recipiente coperto, su fuoco bassissimo per circa tre ore, fino a quando i legumi saranno ben teneri. Se necessario, durante la cottura, bagnate ancora con altra acqua bollente.

Cuocete per tempo la pasta in acqua salata, scolateli al dente e conditeli con il sugo di legumi.

Cospargete con abbondante pecorino grattugiato e servite subito ben caldo.