“Modello Amaco”: la linea 52 Cosenza-Piano Lago è abusiva ma nessuno parla

Advertising

All’Amaco di Cosenza le norme vengono aggirate con estrema nonchalance, diciamo pure che sono un optional. Ci siamo occupati nei mesi scorsi di qualcuna di queste anomalie tanto classiche da diventare ormai un collaudato modello, il “modello Amaco per gli amici”.

Oggi ci occupiamo di una norma secondo la quale i servizi sono decisi esclusivamente dalla Regione, che relega agli enti locali una titolarità molto “marginale”. Questo significa che si possono stabilire servizi aggiuntivi, ma solo se poi sono coperti con risorse proprie.

La normativa vigente, quindi, non attribuisce alle aziende di trasporto alcuna titolarità riguardo ai servizi da effettuare, titolarità che spetta quasi esclusivamente alla Regione o ai Comuni che hanno risorse da spendere. Cioè nessuno.

Ciò che avviene a Cosenza invece non convince proprio nessuno.

Secondo un esposto presentato in procura ormai da un po’ di tempo Amaco avrebbe attivato “arbitrariamente” il collegamento Cosenza-Piano Lago-Mangone, senza autorizzazione e senza contratto di servizio con la Regione.

Ancora ad oggi “non è dato sapere” se la percorrenza di questa tratta chilometrica è conteggiata fuori o dentro quella che viene rimborsata da Catanzaro, o se Amaco paga a spese sue. Ma poi, una macchina buona per la città, va bene anche per percorsi extraurbani?

“Va inoltre evidenziato che trattandosi di collegamenti extraurbani – si legge nell’esposto – gli autobus sono inidonei perché mancanti dell’allegato A autorizzato dalla Regione Calabria e sulla carta di circolazione è espressamente scritto autobus adibiti a servizio urbano della città di Cosenza”.

Ora, come mai abbiamo trovato, anche nel recente passato, una polizia stradale così zelante da scoprire subito tratte irregolari come quella, per esempio, che portava i giovani da Cosenza all’Università e autorità? E come mai invece una polizia stradale così dormiente da non far nulla per i pullman dell’Amaco che ancora oggi, senza allegato A, fanno la spola tra Cosenza e Piano Lago? I soliti misteri cosentini. Si fa per dire.