Morano, parte il sussidio economico di inclusione sociale

Advertising

Il sussidio economico di inclusione sociale (SIA) diventa realtà. E i Comuni si attrezzano per la gestione del servizio. In particolare, ci occupiamo di quello di Morano Calabro.

Dal 2 settembre prossimo gli aventi diritto, ossia coloro che dispongono delle caratteristiche previste dalla legge istitutiva (la n. 208 del 28 dicembre 2015, art. 1, comma 387 — e Decreto del Ministro del lavoro e delle Politiche Sociali SIA 26 maggio 2016), potranno presentare istanza di accesso al beneficio presso il protocollo della municipalità.

La misura, essendo inquadrata come sostegno per famiglie e/o singole persone che vivono situazioni di particolare e documentato disagio economico, un sistema, quindi, che si muove e si sviluppa nell’ambito del contrasto alla povertà, contemplando l’erogazione di aiuti in denaro è subordinata all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, che coinvolge tutti i componenti il nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni.

La sintesi dei principali requisiti

Il richiedente dovrà essere innanzitutto cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; dovrà risultare residente in Italia da almeno due anni e dimostrare la presenza di almeno un componente minorenne o un figlio disabile, o di una donna in stato di gravidanza accertata nel nucleo familiare.

Avere un ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro, in corso di validità. E’ poi necessario che nessun componente il nucleo familiare sia destinatario di prestazioni NASPI, ASDI o altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati o della carta acquisti sperimentale. V’è altro: il valore complessivo di altri trattamenti eventualmente percepiti deve essere inferiore a 600 euro mensili; non si sia proceduto all’acquisto di un’automobile nuova (immatricolata negli ultimi 12 mesi) e non se ne possieda una di cilindrata superiore a 1.300 cc o un motoveicolo superiore a 250 cc immatricolato negli ultimi 36 mesi.

Al netto dei requisiti e di eventuali verifiche si procederà all’erogazione bimestrale del sussidio mediante Carta di pagamento elettronica (Carta SIA) rilasciata da Poste Italiane, utilizzabile per l’acquisto, in esercizi convenzionati, di beni di prima necessità e per il pagamento delle utenze domestiche.

L’aiuto consiste in 80 euro mensili per ciascun membro del nucleo familiare. Sicché si avranno 160 euro per due membri, 240 euro per tre, 320 euro per quattro, 400,00 euro per cinque o più elementi.

Ulteriori e più dettagliate informazioni possono essere reperite dal sito internet dell’Ente www.comunemoranocalabro.it o presso l’ufficio di Segreteria del Comune nei giorni di lunedì e giovedì, dalle 09.00 alle 13.00, o telefonando al numero 0981/1904363.