Morrone dinasty, al via la stagione delle (false) promesse

I Morrone
Advertising

Continua la sfilza di candidati della famiglia Morrone provenienti dalla clinica San Bartolo-Misasi e dalla cooperativa Sant’Anna, i due carrozzoni di Ennio.

Luca bambino mio, figlio di Ennio, fa candidare dipendenti della struttura San Bartolo-Misasi e dipendenti della cooperativa Sant’Anna di cui faceva parte anche lui.

Gente che, detto tra di noi, di voti non ne ha ma lui, pur di non perderne neanche uno, invita i dipendenti a candidarsi, e cosa più bella le donne candidate devono girare sistematicamente i voti all’ex presidente del consiglio comunale.

Per arrivare al risultato finale delle candidature, in questi giorni c’è stata una lunga serie di colloqui alla Misasi con annesse false promesse di lavoro da parte del “mammasantissima”,  anche a persone che avevano aderito ad altre liste.

Ma ecco i nomi dei candidati: Armando Avellino, dipendente cooperativa Sant’Anna. 

Cristina Gagliardi, dipendente San Bartolo. 

Loredana Rogato, dipendente San Bartolo. 

Annamaria Russo, dipendente San Bartolo. 

Giuseppe Romano, dipendente San Bartolo.

Simona Bozzarello, dipendente San Bartolo.

Sperando che questi dipendenti (che altro non sono che vittime della famiglia Morrone) nei giorni delle elezioni non si trovino di turno per accaparrarsi i voti dei poveri malati ricoverati per poi girarli a Luca Morrone.