‘Ndrangheta e politica: il prefetto vara le commissioni d’accesso a Corigliano e Cassano

Advertising

Il prefetto Gianfranco TOMAO, nell’ambito dei poteri di accesso e di accertamento di cui all’art. 1 comma 4 del D.L. 629/1982, convertito con modificazioni dalla legge 726/1982, ed integrato dalla legge 486/1988, delegati dal Ministro dell’Interno, ha nominato le commissioni incaricate di accertare la sussistenza di eventuali tentativi di infiltrazione mafiosa nelle Amministrazioni comunali di Cassano allo Jonio e Corigliano Calabro.

La commissione d’accesso per il Comune di Cassano allo Jonio è composta dal viceprefetto aggiunto, dott. Vito TURCO, dal Capitano dell’Arma dei Carabinieri, dott. Francesco BARONE e dal Funzionario Ingegnere del Provveditorato Interregionale Opere Pubbliche Sicilia e Calabria, dott. Francesco TRECROCI.

La commissione d’accesso per il Comune di Corigliano Calabro è composta dal Viceprefetto, dott. Filippo ROMANO, dal Dirigente in quiescenza del Ministero dell’Interno, dott. Antonio SCOZZESE e dal Sottotenente della Guardia di Finanza, dott. Giulio TAVANZO.

L’attività di accertamento per entrambi i comuni avrà la durata di tre mesi prorogabili in caso di necessità di ulteriori tre mesi.

Cosenza, 7 marzo 2017
L’Addetto Stampa
AVecchio