‘Ndrangheta e politica: l’avvocato Masciari indagato per fuga di notizie

Advertising

Rivelazione di segreto d’ufficio in concorso e abuso d’ufficio: sono le ipotesi di reato contenute nell’avviso di garanzia notificato dalla Dda di Catanzaro a sei persone finite nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta “Robin Hood” che ha portato all’arresto di 9 persone tra cui l’ex assessore al Lavoro della Regione Calabria Nazzareno Salerno.

Finora sono stati resi noti i nomi soltanto dei cinque componenti del Comitato di gestione del Credito sociale, che sono stati scelti dall’ex assessore regionale Nazzareno Salerno, tra i quali i due avvocati cosentini Luigi Gullo e Francesco Perri.

Francesco Masciari

La rivelazione di segreto, che sarebbe stata commessa in concorso con Ortensio Marano, amministratore della società finanziaria Cooperfin, che é al centro dell’inchiesta, e con altri soggetti al momento ignoti, riguarda un avvocato catanzarese, Francesco Masciari, che, secondo l’accusa, avrebbe rivelato a uno degli indagati l’attività investigativa che era in corso.