Occhiuto e la strana gratitudine al gruppo iGreco

Advertising

L’arrivo dell’Atletico Madrid a Cosenza che disputerà una gara amichevole con il Crotone sabato 6 agosto al Gigi Marulla, ha esaltato gli animi di molti ed ha lasciato indifferenti altri.

Tutte le correnti di pensiero che si sono formate su questo argomento tipico dell’estate, ci tengono a dire la propria, e lo fanno postando su FB la propria riflessione.

Migliaia di post hanno invaso i social: chi si dice favorevole a questa gara e sarà sulle gradinate a tifar Crotone, e chi dice che nel “tempio” del “Marulla” si tifa solo Cosenza, senza per questo “negare” l’accoglienza agli amici crotonesi. E non mancano i curiosi che vogliono vedere all’opera la corazzata spagnola.

Ma chi è più felice di tutti per questo grande evento sportivo è Mario Occhiuto, che con una nota ufficiale ringrazia la società del Crotone Calcio e il suo presidente Raffaele Vrenna ed anche il gruppo iGreco, che ospiterà entrambe le squadre presso la propria struttura alberghiera Ariha Hotel.

Mo’ , uno come me non può prescindere dal malignare su ogni cosa che dice o fa Occhiuto. E mi chiedo: capisco i ringraziamenti al presidente del Crotone, Vrenna, con il quale si saranno sicuramente sentiti per organizzare il tutto, capisco i ringraziamenti alla macchina comunale, ma non capisco cosa c’entrano i saluti e i ringraziamenti ad un gruppo privato che per ospitare entrambe le squadre sarà pagato profumatamente. Il gruppo iGreco.

Questo il passaggio nella chiusa del comunicato del sindaco sull’evento sportivo: “A tal riguardo tengo ad esprimere la mia personale gratitudine a tutta la macchina comunale e alla famiglia Greco che, sulla scorta di un’esperienza imprenditoriale di livello, si occuperà dell’accoglienza della squadra”.

Perché questa gratitudine nei loro riguardi? Qual è il ruolo del gruppo iGreco in questo evento? Forse ospitano gratuitamente entrambe le squadre e noi non lo sappiamo, e dunque è giusto ringraziare? Perché se è così, bene ha fatto Occhiuto a ringraziare, ma se così non è, permettetemi di dire che gatta ci cova.

Perché essere grati solo al gruppo iGreco (nel caso in cui venga pagato profumatamente per “ospitare” le squadre) e a tutti gli altri no? Che so, potremmo anche essere grati alla compagnia aerea con cui volano, alla ditta del pullman che li accompagnerà allo stadio, alla polizia stradale che li scorterà, alla marca del sapone che useranno, al “forno” del pane che mangeranno, ecc. ecc.

Perché Occhiuto ci tiene a fare pubblicità a questo gruppo che tra l’altro non è “residente” neanche nel territorio di Cosenza? A me, le parole di Occhiuto sul gruppo iGreco (che in un comunicato ufficiale del sindaco sono quantomeno inopportune) sembrano un vero e proprio messaggio  pubblicitario.

Prova ne è il fatto che nel ringraziare il gruppo iGreco, il sindaco ne esalta il “certo livello imprenditoriale”. Come a dire: il gruppo iGreco è l’unico in grado, nel territorio dell’area urbana, di accogliere “gente ed eventi” di un certo livello, senza farci fare brutta figura. E lo sottolinea.

Certo è che Occhiuto può essere grato a chi gli pare, ma quando parla da sindaco, come in questo caso, non può “privilegiare” nessuno, specie a danno degli altri, come implicitamente ha fatto per gli alberghi cittadini.

Se il gruppo iGreco vuole pubblicizzare che l’Atletico Madrid dorme e mangia nella sua struttura, è libero di farlo come e dove gli pare, ma non tocca al sindaco pubblicizzare attività private. E se l’ha fatto, state certi che esiste un perché. Comunque, lo so che in molti non potrebbero essere interessati da questa riflessione, ma su questo evento, che è la notizia del giorno, non capendo molto di pallone, ho voluto cercare anche io come tanti di voi la polemica. Ed ho scelto questa. Spero che a qualcuno piaccia.

GdD