Odissea all’ospedale: Nesci (M5s) chiede la verifica dell’assistenza del pronto soccorso

Advertising

«Non consentiremo che negli ospedali ci siano comportamenti contrari alla deontologia e al rispetto che si deve ai pazienti. E tutte le volte che ci saranno episodi del genere, denunceremo utilizzando ogni strumento consentito».

È quanto dichiara la deputata M5s Dalila Nesci che oggi ha presentato un’interrogazione parlamentare rivolta ai ministri di Salute, Economia e al presidente del consiglio, Matteo Renzi, in relazione a quanto accaduto al pronto soccorso dell’ospedale «Annunziata» di Cosenza, dove una paziente è stata completamente abbandonata, nuda, su un lettino.

«Se sono vere le affermazioni dell’autrice della denuncia pubblica – afferma la parlamentare – siamo di fronte a una totale mancanza di rispetto nei confronti dei pazienti per la quale ora aspettiamo risposte da parte del governo», cui la deputata ha chiesto «se non intenda verificare i livelli essenziali di assistenza e l’efficienza del pronto soccorso dell’ospedale di Cosenza, anche per il tramite del commissario per l’attuazione del piano di rientro, Massimo Scura».

Nesci conclude: «È opportuno ora che anche il commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, Achille Gentile, avvii un’indagine interna per capire cosa sia successo e per individuare i responsabili dell’accaduto».