Omicidio Bergamini, arrivano “Le Iene” e si rivede la faccia (di bronzo) di Isabella Internò

“Le Iene” piombano, quasi a sorpresa, sull’omicidio Bergamini, lasciano il segno con venti minuti di inchiesta serrata e ci fanno rivedere la faccia di bronzo della “mantide di Surdo”, al secolo Isabella Internò, stavolta senza marito (poliziotto), beccata sotto casa, appunto, nella frazione di Rende.

La iena Alessandro Politi ha ripercorso tutto il caso di Denis Bergamini a 29 anni esatti dal suo omicidio. Al centro di tutto, come ormai hanno capito tutti, ma proprio tutti, c’è la figura della sua ex fidanzata Isabella Internò. Politi l’attende con pazienza al varco e quando la vede (make up esasperato per nascondere le rughe feroci sul volto, meches di Serie D… almeno 30 chili in più rispetto a 30 anni fa, occhialoni da sole offuscati e vestito blu elettrico), “parte” con le domande. Lei farfuglia confusamente qualche parola, cerca di “difendersi” dall’irruzione ma rimedia solo una magra figura, specie quando continua a ripetere come un pupazzetto la menzogna del suicidio o quando invoca il suo “avvocato”. Deve sentirsi quasi “liberata” quando Politi le lascia salire le scale e rasenta il grottesco quando ha addirittura il coraggio di affermare “… per me le Iene numero uno!”. Vedremo quando sarai sotto processo se lo dirai ancora, brutta magara…

“Le Iene” si soffermano anche su un altro particolare non indifferente. Venticinque anni dopo l’omicidio, Donata Bergamin riceve una telefonata: parla l’autista del camion che si trovava dietro a quello che avrebbe investito Denis. Secondo il suo racconto l’altro camion si era fermato prima, Donato Bergamini era morto prima. Dall’altro lato della strada c’erano tre persone, tra cui una donna che urlava disperata. Poi ritratterà quanto detto, evidentemente intimidito da qualche “pezzo grosso”.

Familiari ed ex compagni di squadra puntano il dito sull’ex fidanzata Isabella Internò, gelosa al limite della morbosità, che voleva a ogni costo tornare con lui. Compaiono le figure di due cugini – oltre a quella del marito poliziotto all’epoca “solo” amico di famiglia – che, se avessero saputo che Denis l’aveva lasciata, l’avrebbero ammazzato per il “disonore” provocato.Si va alla riesumazione del cadavere nel luglio 2017Per l’avvocato Fabio Anselmo “c’è la certezza che si è trattato di omicidio”. Denis sarebbe stato soffocato, poi adagiato sulla strada davanti al camion. Da chi? Alessandro Politi, come accennavamo, ha provato a chiederlo a Isabella Internò, che non ha risposto se non continuando a ripetere l’assurda tesi del suicidio. Dovrà parlare comunque di nuovo della sua deposizione, perché la procura ha riaperto le indagini. Sembra quasi un arrivederci alla “mantide” quello de “Le Iene” perché la brutta faccia di questa “signora” speriamo di vederla presto dentro un’aula di tribunale, a Castrovillari. Vedremo se anche lì dirà che “… per me le Iene numero uno!”. Povera Cusenza nostra! RIVEDI QUI L’INCHIESTA DE “LE IENE” SULL’OMICIDIO BERGAMINI (https://www.iene.mediaset.it/video/denis-brgamini-morto-calciatore_235524.shtml)