Omicidio Bergamini, il gip del pavido Giacomantonio archivia. Ora entra in scena Facciolla

Advertising

Certe cose si sentono prima. Ieri sera abbiamo chiuso la giornata di notizie riproponendo un articolo “vecchio” di qualche anno ma attaulissimo perché contiene tutte le informazioni necessarie sulla corruzione dei magistrati della procura di Castrovillari sull’omicidio Bergamini.

http://www.iacchite.com/la-procura-di-castrovillari-il-clan-cirillo-e-lomicidio-bergamini/

Non sapevamo che, da lì a qualche ora, sarebbe arrivata la decisione di archiviare ancora una volta il caso. Questi signori credono di essere intoccabili ma per quanto ci riguarda li sputtaneremo e li indicheremo al pubblico ludibrio finchè resteranno in vita ad ammorbarci con i loro insabbiamenti e le loro protezioni ad assassini senza pietà.

Il pavido Giacomantonio
Il pavido Giacomantonio

Il gip del tribunale di Castrovillari Annamaria Grimaldi ha deciso di archiviare, dopo quattro anni, l’inchiesta sull’omicidio volontario di Denis Bergamini. Completando così l’opera del primo pm del caso, Ottavio Abbate e del procuratore Franco Giacomantonio, che continuano a coprire le gravissime responsabilità di Isabella Internò, l’ex fidanzata di Denis Bergamini, che nella migliore delle ipotesi tiene nascosti i nomi degli assassini.

Una “mantide” spietata che ha deciso la condanna a morte del calciatore armando la mano di qualche coglione o suo parente o suo spasimante. In cosentino, ma anche in un linguaggio decisamente più universale, una vera e propria “troia”. In tutti i sensi possibili.

abbate

Ora gli atti ritornano al pm ma, come tutti sappiamo, per fortuna non c’è più quell’omino piccolo piccolo di Giacomantonio a capo della procura.

Questo il commento a caldo di Donata Bergamini, la sorella di Denis.

Come volevasi dimostrare.
Ci sono voluti nove mesi per stravolgere la verità scientifica sulla morte di Denis.
Trenta imbarazzanti pagine dove si liquidano come “sperimentali e non riconosciuti dalla comunità scientifica” i procedimenti proposti dal mio Avvocato per accertare il momento esatto della morte di mio fratello. Vorrei sapere su che basi il gip di Castrovillari si permette di fare una valutazione di tal fatta. Denis è stato coricato già morto od in limine vita sull’asfalto dove è stato trovato il suo cadavere.
Provo rabbia e provo vergogna nei confronti di mio fratello.
” Potrebbe essere inciampato..”
Pare dire il gip.
Ora spero nel nuovo procuratore capo. Il 21 lo incontreremo