Omicidio Bergamini, oggi si effettuano gli esami istologici a Caserta

Advertising

La notizia l’ha anticipata la collega Silvia Vallini nel TG di SkySport qualche giorno fa. Oggi a Caserta saranno effettuati gli esami istologici riguardanti Denis Bergamini.

Non è certo la prima volta che si parla di questi esami. Se ne parlò diffusamente all’epoca in cui i Ris cei carabinieri di Messina, con le loro indagini, avevano stabilito che Bergamini era già cadavere quando è finito sotto il Tir.

Ma non lo dicevano solo i Ris, lo diceva soprattutto un anatomo-patologo torinese, Roberto Testi, incaricato dalla Procura di Castrovillari di svolgere gli esami sui reperti istologici estratti durante l’autopsia dal cadavere di Bergamini nel 1990. E’ da questi esami che emergeva una verità che in tanti ormai davano per assodata: Denis era già morto quando il camion gli è passato sopra.

Da allora sono passati altri anni e c’è stata di mezzo un’altra archiviazione ma nel momento in cui il nuovo legale della famiglia Bergamini –  Fabio Anselmo – ha chiesto ed ottenuto la riapertura del caso, questi esami vanno ripetuti perché sono di grandissima importanza.

Abbiamo richiesto nuovamente – affermò all’epoca il legale – una serie di indagini immuno-isto-chimiche sui preparati in formalina dei resti di Denis Bergamini. Si tratta di esami che possono datare le lesioni subite ed accertare senza possibilità di errore se i tessuti erano vitali quando il camion ha sormontato lentamente e parzialmente il corpo di Bergamini. Ma anche una Tac tridimensionale, da effettuare con la riesumazione del cadavere, che darebbe gli stessi risultati delle indagini immuno-isto-chimiche”.

La Tac tridimensionale è stata eseguita il 10 luglio scorso dopo la riesumazione del cadavere di Denis Bergamini mentre gli esami istologici verranno effettuati oggi.

Intanto, sempre SkySport ha rivelato che si avverte un’atmosfera di tensione tra gli undici periti che sono stati nominati per valutare le risultanze dei nuovi esami. I Ris di Roma – chiamati dal Tribunale di Castrovillari a dare il loro indispensabile parere – non sono stati certo impeccabili nella gestione del caso Meredith e a nessuno è sfuggito che uno dei periti nominati da Isabella Internò sia stato in passato consulente di parte anche di Raffaele Sollecito ovvero uno degli imputati della morte di Meredith ma il legale della famiglia Bergamini è molto fiducioso ugualmente, considerate le nette evidenze del caso di Denis.

Per avere le risposte che tutti aspettiamo, il mese giusto dovrebbe essere quello di novembre.