Omicidio di Belvedere, un testimone e una telecamera inchiodano Carrozzino

Advertising

L’accusa per Sergio Carrozzino, l’uomo arrestato oggi dalla procura di Paola per l’omicidio di Silvana Rodrigues a Belvedere è di omicidio premeditato ed occultamento di cadavere.

Il movente del delitto al momento è sconosciuto, ma sarebbe da ricondurre a fatti personali, forse legati a questioni passionali. L’uomo non è stato ancora interrogato.

“Non ci sono dubbi che il Carrozzino sia salito a bordo dell’auto della donna e che l’abbia guidata, allontanandosi, con la donna a bordo, dal parcheggio del supermercato in cui i due si sono incontrati” ha detto Bruno Giordano, procuratore di Paola (CS), nel corso di una conferenza stampa durante la quale è stato specificato che grazie ad un testimone è stato possibile risalire al presunto omicida.

L’uomo stava salendo su un autobus e ha raccontato ciò che ha visto. Anche le telecamere di sorveglianza del supermercato avrebbero fornito ulteriori elementi. La versione del teste sarebbe stata anche avvalorata dal biglietto dell’autobus che confermerebbe la sua presenza in zona nel giorno e in un’ora compatibile con il delitto. All’arrestato sono stati sequestrati alcuni abiti, che saranno esaminati”.