Omicidio di Cetraro, il sindaco Aita: “Siamo frastornati”

Advertising

“Per me è un doppio colpo. Anna Giordanelli era una persona molto conosciuta, nonché grande amica mia e della mia famiglia. Siamo frastornati”.

Così il sindaco di Cetraro, Angelo Aita, commenta all’Adnkronos la morte del medico, che sembrerebbe essere stata aggredita e colpita da un corpo contundente mentre stava passeggiando.

“Era una delle donne più tranquille della città, amava la sua professione di medico, era una donna discreta che selezionava bene le sue amicizie”, descrive il primo cittadino.

Aita non riesce a “dare una motivazione di quanto accaduto né attorno al suo ruolo di medico né nella sua vita di relazione”. La donna era sposata con un geologo, dirigente del Comune di Cetraro. Ha due figli maschi, uno studente universitario e un adolescente che frequenta la scuola media.