Operazione “Job Center”: Marco Paura inattendibile. Tutti condannati

Advertising

Per i giudici che ieri hanno emesso la sentenza a carico di 11 dei 14 arrestati durante l’operazione denominata “Job Center”, Marco Paura, pentitosi subito dopo l’arresto, non è attendibile. Ed insieme alla sua, tutte le altre condanne risultano pesanti.

I giudici a tutti e 11 gli imputati che hanno scelto il rito abbreviato, hanno riconosciuto ed applicato le attenuanti generiche. L’operazione avvenuta il 22 settembre del 2015 aveva smantellato quella che gli investigatori definivano una centrale dello spaccio nella città vecchia. Una rete di spacciatori che agivano, secondo i giudici, per conto del clan degli zingari.

Le condanne:

Marco Paura (pentito): 8 anni e 10 mesi

Celestino Abbruzzese (39 anni): 13 anni e 4 mesi

Anna Palmieri (35 anni): 10 anni

Gianluca Esposito Fortunato (31 anni): 8 anni e 8 mesi

Amos Zicaro, (26 anni) : 7 anni e 8mesi

GIovanni Aloise (28 anni): 8 anni

Giuseppina Perri (44 anni): 5 anni

Francesco Noblea (22 anni): 10 anni e 8 mesi

Vincenzo De Rose (31 anni): 8 anni e 10 mesi

Francesco Mazzei (21 anni): 6 anni e10 mesi

Candido Perri (49 anni): 2 anni 

Ricordiamo che con rito ordinario erano stati già condannati dal tribunale Ester Mollo a 7 anni, Francesco Gamba e Michele Branca a 2 anni di reclusione.