Operazione “Mammasantissima”: Caridi è il “vice” della Santelli a Forza Italia

Advertising

Il senatore Antonio Caridi, per il quale oggi è scattato l’arresto, ha ufficializzato il passaggio e l’adesione a Forza Italia nel mese di novembre dello scorso anno acquisendo nell’immediatezza il ruolo di vicecoordinatore regionale.

Come tutti sanno, il coordinatore regionale di Forza Italia è Jole Santelli.

Caridi, dopo l’apprendistato a Reggio Calabria, era diventato “famoso” nel 2010 quando Scopelliti lo aveva nominato assessore regionale alle Attività Produttive in quota PDL.

Il senatore Caridi venne poi eletto al Senato nella lista del Pdl, nel 2013, quando l’ex Governatore Scopelliti, all’apice della sua carriera politica, inserì nella lista della Cdl un nutrito gruppo di candidati a lui vicino ed in Calabria.

Nel novembre 2013 Caridi come tutti gli altri aderisce all’Ncd di Angelino Alfano. Ed il senatore Caridi è stato il primo dei senatori che aveva abbandonato Berlusconi a ritornare all’ovile paterno. E Berlusconi non poteva non accettare di buon grado il ritorno del figliol prodigo addirittura premiandolo con l’incarico di viceccordinatore.

“Sono lieta dell’ingresso in Forza Italia di Antonio Caridi e della sua volontà e disponibilità di partecipare al percorso già avviato per il rilancio del partito in Calabria. Ritengo molto importante l’ingresso di Caridi in Forza Italia – aveva affermato all’epoca la coordinatrice regionale del partito berlusconiano Jole Santelli – in quanto porta con sè l’ottimo bagaglio di esperienza e il consenso che lo ha sempre contraddistinto.”