Palla Palla e il familismo amorale: la Toman tra i beneficiari della Misura 13 del PSR

In questi mesi c’è fermento alla Regione Calabria e nel mondo dell’agricoltura.

Il Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari, infatti, ha reso noto l’elenco regionale provvisorio con il quale si attua la Misura 13 del cosiddetto PSR Calabria 2014/2020.

Si tratta delle indennità compensative a favore delle zone montane e l’elenco in questione è lunghissimo, visto e considerato che i beneficiari sono oltre ottomila.

Che cos’è il PSR Calabria 2014/2020

Il PSR (Programma di Sviluppo Rurale) è lo strumento di programmazione comunitaria basato su uno dei fondi SIE, il FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale), che permette alle singole Regioni italiane di sostenere e finanziare gli interventi del settore agricolo- forestale regionale e accrescere  lo sviluppo delle aree rurali.

Nasce dal Regolamento (UE) n.1305/2013 e ha una durata di sette anni: 2014/2020. L’Unione Europea mette a disposizione della Regione Calabria risorse finanziarie pari a € 1.103.562.000 offrendo a tutti i potenziali beneficiari la possibilità di aumentare la competitività del settore agricolo e forestale del territorio.

LA MISURA 13

Per la Misura 13, rende noto il Dipartimento Agricoltura, sono pervenute circa 15.000 domande di aiuto. In particolare, 8.557 sono le domande risultate ammissibili per l’intervento 13.01 “Indennità a favore delle zone montane”, e 6.845 le domande ammissibili per l’intervento 13.02 “Indennità compensative a favore di altre aree con altri vincoli naturali, diverse dalle zone montane”.

”Per la predisposizione degli elenchi regionali provvisori della Misura 13 – ha affermato il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio – il Dipartimento Agricoltura ha provveduto ad effettuare controlli amministrativi e verifiche delle posizioni di ogni singolo beneficiario attraverso procedure istruttorie informatizzate ed automatizzate. Tutto questo al fine di garantire massima trasparenza, precisione, efficienza ed imparzialità nei procedimenti“.

ADRIANA TOMAN

tomanFin qui sembrerebbe tutto lecito, tutto trasparente e finanche efficiente. Ma poi, andando a guardare l’elenco e scartabellando quasi fino alla fine, al numero 7.921 appare il nominativo di Adriana Toman, che è (ancora) imprenditrice del settore agricolo ma è soprattutto la compagna di Palla Palla alias Mario Oliverio presidente della Regione.

E non si può fare a meno di pensare che siamo sempre alle solite. Non nel senso che si possono ravvisare ipotesi di reato (che neanche ci interessano) ma nel senso che quel familismo amorale del quale scriviamo praticamente ogni giorno continua a dilagare imperterrito negli uffici della Regione. Così come, per esempio, al Centro di viabilità invernale della Provincia di Cosenza, sito a San Giovanni in Fiore, dove si riparano le auto della figlia e dell’autista di Palla Palla e nessuno fa niente per agevolare le inchieste.

Senza vergogna.