Paola, affissioni selvagge: nomi e numeri nella relazione dei vigili

La foto di Meo è un montaggio, quelle della moglie e della mamma di Sbano sono sì ritoccate con Photoshop ma purtroppo stanno su quel muro davvero
Advertising

di Francesco Frangella

La misura del fenomeno inerente l’affissione abusiva dei manifesti elettorali a Paola documentata da Marsili Notizie è stata comunicata al sindaco, al referente dell’ufficio elettorale e al segretario generale.

Stante ciò che è stato redatto dal comandante della Polizia Municipale, Marcello Carnevale (che ha descritto l’andamento della prima operazione effettuata quasi due settimane orsono), il totale delle occupazioni “selvagge” ha raggiunto quota 69.

Stante il resoconto, in poco meno di un’ora e mezza, gli agenti della Municipale hanno eseguito una verifica complessiva su di un’area compresa tra i bivi del Santuario e di Rione Croce.

L’operazione ha preso avvio anche per via delle richieste di intervento pervenute «da parte del Movimento 5 Stelle, nonché ai solleciti manifestati direttamente dal candidato a sindaco Carmelo Meo».

Questi i risultati emersi: «SS 18 (Bivio Rione Croce): № 5 manifesti elettorali del candidato a sindaco Ferrari; № 4 manifesti elettorali del candidato a consigliere c. José Grupillo;

Sottopasso Santuario № 10 manifesti elettorali del candidato a consigliere c. Maria Pia Serranò; № 08 manifesti elettorali del candidato a consigliere c. Mattia Marzullo;

Via del Pellegrino (Santuario) №04 manifesti elettorali del candidato a consigliere c. Mattia Marzullo; №01 manifesto elettorale del candidato a sindaco Ferrari;

Bivio Santuario (entrata) №03 manifesti elettorali del candidato a sindaco Perrotta;

Bivio Santuario (sud/nord) №08 manifesti elettorali del candidato a consigliere c. Maria Pia Serranò; №06 manifesti elettorali del candidato a consigliere c. Emira Ciodaro; №08 manifesti elettorali del candidato a consigliere c. Mattia Marzullo; №12 manifesti elettorali del candidato a sindaco Ferrari».

Fonte: Marsili Notizie