Paola, Di Natale: “Occhiuto utilizza anche San Francesco per i suoi scopi”

Advertising

“Credo che non ci sia cosa più sgradevole che utilizzare la figura di San Francesco di Paola al fine di confondere ancora l’opinione pubblica su una vicenda che ormai è diventata ridicola. Per tali ragioni non andrò a San Marco Argentano questa sera e chiedo scusa a  S.E. Mons. Bonanno e S.E. Mons Lauro”.

E’ quanto si legge in una nota di Graziano Di Natale, in guerra con Mario Occhiuto per la presidenza della Provincia ormai da tempo. Questa è una nuova puntata del tormentone, nella quale Di Natale accusa Occhiuto di strumentalizzare finanche il Santo e di altre gravi irregolarità.

“Si è utilizzato impropriamente il logo della Provincia di Cosenza e della Commissione VI Centenario – aggiunge Di Natale – addirittura modificando artatamente la locandina dell’Evento.

Questo è l’esempio che Occhiuto sta dando ai cittadini della provincia, con la complicità di chi nella sua vita politica si è distinto per poca correttezza. Ma oltre al disgusto subentra l’indignazione verso chi crede di essere Re con i suoi accoliti barbari al seguito”.