Paola, sull’acqua potabile è guerra tra il sindaco e la minoranza. Ferrari: “Opposizione irresponsabile”

Il sindaco di Paola Basilio Ferrari
Advertising

“I batteri sono naturalmente presenti nelle vasche di raccolta delle acque e se non viene effettuata la clorazione risulteranno sempre presenti. Essi sono presenti persino nelle falde acquifere”.

Con queste parole il sindaco di Paola Basilio Ferrari ha introdotto la conferenza stampa tenuta ieri nell’aula consiliare Lo Giudice per parlare della potabilità delle acque distribuite attraverso la rete idrica cittadina.

“Non è ammissibile – ha aggiunto Ferrari – condurre una battaglia politica ed un confronto con la controparte politica su chi ha più a cuore la salute dei bambini. Su questi argomenti non dovrebbero esserci divisioni. Pensare che in questa amministrazione ci siano persone che non hanno a cuore la salute dei bambini è assurdo”.

Questa esternazione è con ogni probabilità riferita alla richiesta firmata dai consiglieri comunali di minoranza con la quale si chiedeva la chiusura delle scuole. Ferrari ha poi letto una ordinanza di Roberto Perrotta del 2011 che vietava l’uso dell’acqua per scopi alimentari per effetto della carica batterica rilevata nei campioni poi analizzati dai laboratori Asp.

“Questa che vi ho letto – ha asserito Ferrari – non è una mia ordinanza ma quella del sindaco che mi ha preceduto. Oggi quella parte politica mostra assoluta incoerenza. Mi chiedo – ha affermato il sindaco – che politica è questa. Che politica è, andare in giro per la città per affermare che Basilio Ferrari avvelena i bambini. Si queste basi non è possibile avere un confronto politico. Quando ero consigliere di minoranza mai e poi mai ho condotto battaglie su temi del genere. Su questi argomenti occorre essere uniti”.

Uno sfogo quello di Ferrari che stimolerà la reazione della opposizione che sicuramente avrà da replicare alle parole del sindaco.

Fonte: Mimmo Abramo Notizie