Parigi, è morta Valeria Solesin, la ragazza italiana dispersa

Advertising

Valeria Solesin, la giovane italiana dispersa dopo gli attacchi terroristici di Parigi, è morta.

Lo riferisce il quotidiano locale Alto Adige affermando che il fidanzato della donna, Andrea Ravagnani, secondo quanto raccontato dalla zia, ha chiamato ieri sera a casa a Dro (Trento) dicendo che la morte gli era stata confermata dalle autorità.

L’Alto Adige ricostruisce che venerdì sera Andrea Ravagnani e la sorella Chiara erano al teatro Bataclan con i rispettivi fidanzati; Andrea avrebbe raccontato ai genitori di essere stato leggermente ferito a un orecchio da un proiettile sparato dai terroristi, mentre la sorella e il suo fidanzato, originario di Verona, avrebbero riportato lievi escoriazioni. I tre, dopo il blitz delle forze di sicurezza francesi, si sono messi in salvo, mentre hanno perso le tracce di Valeria Solesin.

A quanto apprende l’Agi l’ambasciatore d’Italia a Parigi, Giandomenico Magliano ed il console generale Andrea Cavallari, sono in questi minuti a place Mazas dove si trova la camera ardente che accoglie la salma di Valeria Solesin, la ragazza 28enne morta nell’attentato di venerdi’ sera alla sala concerti Bataclan, inizialmente data per dispersa.