Parigi, si cerca una ragazza italiana. Era al Bataclan

Advertising

«Valeria Solesin, borsista a Parigi. 28 anni, veneziana. Era al concerto. Non abbiamo notizie. Fate girare». Questo l’appello di amici e parenti della ragazza italiana, a Parigi per una borsa di studio alla Sorbona, che è ancora irrintracciabile dopo l’attacco terroristico che ha sconvolto la capitale francese.

Ieri sera Valeria era con alcuni amici nel locale Bataclan, una sala concerti dell’XI arrondissement, per assistere allo show di una band metal che viene dall’America, gli Eagles of Death Metal. Dopo l’inizio dello spettacolo si scatena l’inferno. 87 persone massacrate a colpi di kalashnikov, gli altri presi d’ostaggio.

Valeria non è nella lista dei morti. «Non abbiamo notizie di Valeria – ha detto la madre -, sappiamo che non è nella lista dei deceduti, è un piccolo conforto. Speriamo sia tra i feriti, ma la Farnesina ci dice che gli ospedali parigini sono ‘blindati’ ed è difficile accedere alle informazioni».

Tra l’altro, da quanto si è appreso finora, la ragazza veneta sarebbe priva di documenti e forse non è in grado di comunicare o farsi identificare. A raccontarlo all’Ansa è l’amica che ha dato notizia della scomparsa. «Già nella notte abbiamo tentato di contattarla ma non c’è stato nulla da fare nel caos che è seguito all’assalto del Bataclan».
Con Valeria c’erano anche il fidanzato Alberto Ravagnani, trentino che da anni ha un negozio a Parigi, la sorella di Alberto, Chiara Ravagnani, e il fidanzato di lei Stefano Peretti. Appena si è scatenata la mattanza, i tre hanno perso di vista Valeria.

Gli altri italiani
Al Bataclan c’erano anche Massimiliano Natalucci e Laura Apolloni, due giovani di Senigallia che sono rimasti lievemente feriti. La ragazza, raggiunta alla spalla da una scheggia o da un proiettile, è già stata operata, mentre il ragazzo che è stato medicato ora sta bene.

Le istruzioni della Farnesina
Il ministero degli Esteri ha invitato «i connazionali ad attenersi alle indicazioni delle Autorità locali e ad evitare ogni spostamento». In caso di emergenza si può telefonare al Consolato generale: 33 (0)1 4430 4701, 33 (0)1 4430 4702, 33 (0)1 4430 4706 – Cellulare 0607227256.

L’hashtag per ritrovare gli scomparsi
Su Twitter è partito l’hashtag #RechercheParis che raccoglie gli annunci di scomparsa, spesso accompagnati dalle foto.