Pescara-Inter: un gruppo di tifosi abruzzesi aggredisce un ragazzo di Amantea

Advertising

(ANSA) – PESCARA, 11 SET – Intemperanze all’esterno dello stadio Adriatico prima di Pescara-Inter.

Un giovane tifoso dell’Inter proveniente da Amantea (Cosenza), che era in compagnia del padre e di altri due parenti, è stato accerchiato da un gruppo di ultrà del Pescara, lungo viale Pepe nei pressi della Curva Nord, ed è stato prima costretto a togliere la maglietta con la scritta ‘Ultras Amantea’, che gli è stata sottratta, ed è poi stato schiaffeggiato.

Sul posto sono intervenute due auto della Polizia, che hanno ascoltato il racconto delle persone aggredite, anche se gli ultras del Pescara si erano già dileguati. Il giovane è rimasto a torso nudo ed è stato invitato a raggiungere il settore ospiti attraverso un percorso più sicuro.

Questo il lancio dell’agenzia Ansa.

Ad Amantea, com’è noto, c’è un gruppo storico degli Ultrà Cosenza attivo ormai da 30 anni e con la tifoseria del Pescara c’è sempre stata rivalità e spesso anche scontri.

In questo caso, tuttavia, con un ragazzo isolato in compagnia del padre e di alcuni parenti, non c’è dubbio che si possa parlare di vigliaccheria da parte di questi balordi pescaresi, che sono “coraggiosi” solo quando devono vedersela con un giovane isolato e magari anche così sprovveduto da non aver calcolato il rischio che correva.