Pino Faraca, la maglia bianca che amava i colori: il ricordo del Commissario

Advertising

Il Commissario straordinario Carbone esprime il cordoglio del Comune di Cosenza per la scomparsa di Pino Faraca

Il Commissario straordinario del Comune di Cosenza, Prefetto Dott.Angelo Carbone, ha espresso il più profondo cordoglio per la scomparsa del ciclista ed artista cosentino Pino Faraca.
Il Comune di Cosenza gli attribuì, nel novembre del 2012, attraverso la Commissione Cultura di Palazzo dei Bruzi, un riconoscimento alla carriera.
Approdato al ciclismo professionistico, Pino Faraca vi rimase dal 1981 al 1986, partecipando più volte al Giro d’Italia. Alla sua prima apparizione nella celeberrima corsa rosa, ottenne un importante piazzamento, arrivando ad indossare la maglia bianca per il miglior
ciclista esordiente.

pino1

Una maglia che portò con orgoglio come rappresentante e ambasciatore di un’intera regione nel resto del Paese.
Avrebbe potuto dare ancora più soddisfazioni alla città di Cosenza se un brutto incidente non lo avesse costretto ad abbandonare anzitempo l’attività agonistica.
Ma la bicicletta restò comunque al centro della sua sfera di interesse, sia per l’attività commerciale aperta nella sua città, sia per quanto seppe realizzare nel campo artistico: nel suo studio-galleria d’arte, nel centro storico di Cosenza, ha continuato  a dipingere biciclette,
corse e scene dal giro d’Italia, con la passione di sempre, quella stessa passione che lo ha visto acclamato beniamino dei suoi orgogliosi concittadini. E fu proprio per la sua attività artistica, ma anche per il suo passato di atleta, che il Comune gli assegnò il riconoscimento
della Commissione cultura.