Playoff, Cosenza-Trapani 2-1: Lupi da urlo fino al 92′

Un Cosenza da urlo strapazza il Trapani per quasi tutta la partita, gli “consegna” due gol (e il passivo poteva essere ben più pesante) ma in pieno recupero “regala” il 2-1 ai granata e mette in discussione il passaggio del turno (si gioca mercoledì in Sicilia), che avrebbe largamente meritato già da stasera in virtù di una prestazione davvero bella, macchiata purtroppo dall’unico errore commesso durante la gara.

I Lupi si confermano comunque “bestia nera” per la squadra di Calori e la battono per la quarta volta in questa stagione, dopo le due vittorie in campionato e quella in Coppa Italia. Una dimostrazione di forza e di personalità che ha mandato in visibilio i 4500 cuori rossoblù in un “Gigi Marulla” finalmente tornato ad essere una bolgia.

Tutino e Okereke hanno firmato i gol della vittoria, a conferma di uno stato di forma sempre in crescendo, che ha portato il folletto napoletano alla settima rete in cinque partite e il talento nigeriano ancora alla ribalta dopo l’importantissimo gol siglato alla Sicula Leonzio nel primo turno dei playoff. Genny e David sono stati i migliori in campo, i più appariscenti ma la squadra di Braglia ha reso al massimo collettivamente, con prestazioni ben al di sopra della sufficienza per tutti i protagonisti: dai mastini della difesa, Idda, Dermaku (peccato per lo svarione finale) e Camigliano, ai motorini del centrocampo Palmiero e Bruccini, ai cursori esterni Corsi e D’Orazio e al brillantissimo Mungo.

La cronaca della gara restituisce un Cosenza perfetto fino quasi alla fine. Nel primo tempo i Lupi dilagano e non lasciano spazio per respirare al Trapani, che va in netta difficoltà. Al 17′ Palmiero pennella per D’Orazio, il cui gran tiro al volo termina di un soffio alto; al 19′ Okereke va via in contropiede e pesca Tutino, la cui conclusione esce ancora di pochissimo; al 21′ poi Tutino mette al centro per Mungo, che a portiere battuto manda incredibilmente alto. Una fiammata di grandissima intensità che annichilisce letteralmente il Trapani, incapace di reagire e vicinissimo al tracollo anche al 37′ con Furlan bravissimo a chiudere sul tiro quasi a colpo sicuro di Okereke. Nella ripresa, Cosenza in vantaggio al 7′. Ancora Okereke semina il panico nella difesa siciliana, entra in area e sferra un gran diagonale salvato quasi sulla linea dai difensori ospiti ma proprio sui piedi di Tutino, che non sbaglia. I Lupi a questo punto rifiatano un attimo, contengono il ritorno del Trapani, non rischiano mai e al 33′ raddoppiano: punizione di Bruccini, corta respinta della difesa avversaria e Okereke va in gol per il 2-0.

Sarebbe tutto davvero perfetto se al 92′ un errore di Dermaku, che colpisce maldestramente di testa all’indietro, non consentisse a Polidori di battere Saracco nell’unico tiro in porta del Trapani, che grazie a questo gol rimette in piedi il discorso qualificazione nonostante la lezione di calcio subita questa sera al “Gigi Marulla”. Si ritorna in campo mercoledì al “Provinciale”.

COSENZA-TRAPANI 2-1

COSENZA (3-5-1-1): Saracco; Idda (89′ Pasqualoni), Dermaku, Camigliano (74′ Pascali); Corsi, Palmiero, Bruccini, Mungo, D’Orazio; Tutino (81′ Baclet); Okereke (88′ Trovato). A disp.: Zommers, Ramos, Boniotti, Calamai, Loviso. All. Braglia.

TRAPANI (3-5-2): Furlan; Fazio, Pagliarulo, Drudi; Marras, Steffé, Corapi, Palumbo (78′ Scarsella), Bastoni (70′ Rizzo); Murano (70′ Polidori), Evacuo (82′ Campagnacci). A disp.: Pacini, Ferrara, Ferretti, Dambros, Canino, Minelli, Visconti, Aloi. All. Calori.

MARCATORI: 52′ Tutino, 78′ Okereke, 92′ Polidori

I RISULTATI DELLE PARTITE D’ANDATA

FERALPISALO’ – ALESSANDRIA  2-3

PIACENZA – SAMBENEDETTESE 2-1

JUVE STABIA – REGGIANA 0-0

COSENZA – TRAPANI 2-1

VITERBESE – PISA 1-0