Playoff: Cosenza-Trapani, non c’è tre senza… quattro

L'esultanza di Idda dopo il gol a Trapani

Cosenza-Trapani è diventato ormai un classico di questa stagione. Il doppio confronto negli ottavi di finale dei playoff per la Serie B arriva dopo le due gare di campionato e gli ottavi di finale (anche allora) della Coppa Italia. E finora ha sempre vinto il Cosenza. Non c’è tre senza… quattro ironizzano i tifosi rossoblù.

17 dicembre 2017: clamoroso successo del Cosenza a Trapani. Due a uno il risultato finale. Mendicino in gol alla fine del primo tempo di testa, poi il pareggio del Trapani e il gol decisivo, ancora di testa, di Idda. Il lampo di Mendicino, che sblocca la gara arriva al 39’: l’attaccante scuola Lazio infatti capitalizza al meglio un cross al bacio di Corsi e insacca di testa, battendo imparabilmente Furlan. 0-1 e “Provinciale” ammutolito!

Nella ripresa, al 17′, il Trapani pareggia. Reginaldo viene tirato giù in area da Pasqualoni e si guadagna il penalty che lui stesso si incarica di trasformare: 1-1 e match di nuovo in equilibrio (62’) allo stadio “Provinciale” di Erice.

La svolta all’82’. Punizione di Loviso con parabola in area di rigore, Idda si ricorda di essere un difensore-goleador provetto e il suo colpo di testa è imparabile. Sarà il gol che deciderà la partita.TRAPANI-COSENZA 1-2

TRAPANI (3-5-2): Furlan; Silvestri, Pagliarulo, Legittimo; Fazio, Maracchi, Palumbo, Bastoni (56′ Minelli), Rizzo (75′ Visconti); Evacuo (56′ Murano), Reginaldo. A disp.: Pacini, Ferrara, Bajic, Taugourdeau, Dambros, Steffè, Canino, Girasole. All. Calori.

COSENZA (3-5-2): Saracco; Idda, Dermaku, Pasqualoni (75′ Pascali); Corsi, Statella, Palmiero (75′ Loviso), Calamai, D’Orazio; Tutino (80′ Liguori), Mendicino. A disp.: Perina, Boniotti, Collocolo, Trovato. All. Braglia.

MARCATORI: 39′ Mendicino, 62′ rig. Reginaldo, 82′ Idda

ARBITRO: Amabile di Vicenza (Sartori-Spensieri)

14 gennaio 2018: Il Cosenza batte 1-0 il Trapani dopo un finale rocambolesco e si qualifica ai quarti di finale della Coppa Italia di Serie C. E’ una perla di Calamai che decide la sfida con i siciliani al quinto minuto di recupero dopo una partita molto bella malgrado le disastrose condizioni del manto erboso del “Gigi Marulla” che somiglia sempre più ad un campo di patate. Il gol è arrivato tra l’altro dopo che Mendicino, al primo minuto di recupero, aveva clamorosamente sbagliato un calcio di rigore lasciando intravedere lo spauracchio dei tempi supplementari. E invece il Cosenza ha voluto la vittoria a tutti i costi e l’ha ottenuta con pieno merito, continuando così la serie positiva che alla fine del 2017 aveva incoronato i Lupi con quattro vittorie consecutive come la squadra più in forma del campionato. Ai quarti di finale il Cosenza eliminerà il Lecce ma cederà in semifinale alla Viterbese.
COSENZA-TRAPANI 1-0
Cosenza (3-5-2): Saracco; Pasqualoni (65′ Statella), Dermaku, Pascali; Corsi, Calamai, Loviso (62′ Palmiero), Bruccini, D’Orazio; Mendicino, Tutino (55′ Baclet). All. Braglia. A disposizione: Perina, Pinna, Palmiero, Statella, Boniotti, Baclet, Trovato, Liguori, Sueva

Trapani (3-5-2): Pacini; Fazio, Pagliarulo, Visconti; Marras, Maracchi, Palumbo (72′ Corapi), Bastoni (90′ Steffè), Rizzo; Evacuo, Reginaldo (77′ Dambros). All. Calori. A disposizione: Furlan, Ferrara, Dambros, Steffè, Canino, Girasole, Minelli, Valenti, Corapi.

Arbitro: Ivan Robilotta della sezione AIA di Sala Consilina

Marcatore: 95′ Calamai

L’ultima sfida è recentissima e porta la data del 6 maggio. Al “Marulla”, ultima giornata di campionato con le due squadre già proiettate ai playoff, finisce 4-2 con la tripletta di Tutino e la doppietta di Drudi, che aveva riaperto la gara dopo il 3-0 del primo tempo.

COSENZA-TRAPANI 4-2

COSENZA: Saracco, Perez (15’st Okereke), Pasqualoni (25’st Corsi), Boniotti, Trovato, Bruccini, Calamai (15’st Loviso), Tutino, D’Orazio (25’st Ramos), Dermaku, Camigliano (21’st Pascali). A disposizione: Zommers, Mungo, Azzinnari, Collocolo. All. Piero Braglia

TRAPANI: Furlan, Pagliarulo, Drudi, Scarsella (35’ Steffè), Bastoni, Evacuo, Murano (23’st Campagnacci), Silvestri (35’ Fazio), Palumbo, Marras (1’st Dambros), Corapi (17’st Aloi). A disposizione: Pacini, Ferrara, Rizzo, Ferretti, Canino, Girasole, Minelli. All. Alessandro Calori

ARBITRO: Andrea Mei di Pesaro

RETI: Tutino 16’, Tutino 26’, Fazio (aut.) 36’, Drudi 27’st, Drudi 35’st, Tutino 48’st