Pollino, i due alpinisti raggiunti dai soccorritori: feriti ma vivi

Advertising

Cerchiara Di Calabria (Cosenza) – Sono vivi, anche se entrambi feriti, i due giovani alpinisti calabresi vittime di una caduta stamattina mentre mentre risalivano la parete ghiacciata nord del massiccio del “Dolcedorme”, sul Pollino. Il Soccorso alpino Calabria, coordinato dal suo presidente, Luca Franzese, é riuscito a raggiungere i due alpinisti ed a prestare loro soccorso. La prima ad essere assistita é stata una donna, che presenta varie ferite ed é stata portata in ospedale. Le sue condizioni, comunque, non sono preoccupanti. Il personale del Soccorso alpino si é adesso attivato per raggiungere l’altra persona coinvolta nell’incidente. Entrambi feriti ma vivi.

Il secondo alpinista, che è un uomo di circa 40 anni, ha riportato, come la donna che era stata soccorsa in precedenza, ferite e traumi in varie parti del corpo ed è stato portato in ospedale. Ma non corre pericolo di vita.

Secondo la ricostruzione fatta dal Soccorso alpino, i due alpinisti sono scivolati per oltre 300 metri lungo la parte ghiacciata della montagna. Il gruppo era composto complessivamente da cinque persone. Capo cordata era l’uomo rimasto ferito, che poi cadendo ha trascinato con se la donna.

L’allarme era stato dato dai compagni di cordata dei due. Il punto in cui si é verificato l’incidente é in una zona particolarmente impervia e difficilmente raggiungibile del massiccio del Pollino. Le squadre del Soccorso alpino di Calabria e Basilicata, del 118 e dei vigili del fuoco hanno raggiunto la zona in cui sono caduti i due alpinisti e per fortuna hanno potuto salvarli.