Porto di Gioia Tauro, sequestrati 344 chili di cocaina purissima

Advertising

Due ingenti carichi di cocaina purissima sono stati sequestrati nel porto di Gioia Tauro (Rc), in circostanze diverse, dagli uomini della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e da funzionari dell’Agenzia delle Dogane – Ufficio Antifrode, con il coordinamento della Procura della Dda reggina.

La cocaina sequestrata, per un ammontare complessivo di 344 kg, avrebbe fruttato, con la vendita al dettaglio, circa 70 milioni di euro. Un primo quantitativo di stupefacente, pari a circa 55 kg di cocaina, e’ stato rinvenuto in un container che trasportava alluminio proveniente dal Brasile e destinato in Slovenia. L’altro carico era in un container, proveniente dal Brasile e diretto a Trieste, che trasportava caffe’.

I militari hanno trovato 11 borsoni contenenti oltre 289 kg di cocaina. Le attivita’ sono state eseguite attraverso una serie di controlli effettuati attraverso sofisticate apparecchiature scanner e con il supporto di unita’ cinofile della Guardia di Finanza. “L’attivita’ delle Fiamme Gialle, in sinergia con l’Agenzia delle Dogane, si inserisce – spiega una nota del proguratore distrettuale Federicop Cafiero de Raho – nell’ambito della piu’ generale intensificazione delle attivita’ di controllo volte al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti nel porto di Gioia Tauro che ha portato, dall’inizio dell’anno, al complessivo sequestro di circa 932 kg di cocaina”.

(AGI)