Processo “Job Center”, chieste 11 condanne

Advertising

Nell’ambito del processo scaturito dall’operazione “Job Center” del 22 settembre dello scorso anno, siamo arrivati alle richieste di condanna del pubblico ministero Domenico Assumma, applicato dalla Dda di Catanzaro.

La condanna più pesante è stata chiesta per Celestino Abbruzzese e la moglie Anna Palmieri (12 anni di carcere), considerati le menti dell’organizzazione dedita allo spaccio e gestita dal clan Abbruzzese.

Altre richieste riguardano Amos Zicaro (9 anni e 4 mesi); Gianluca Fortunato Esposito (8 anni e 11 mesi); Francesco Noblea e Giovanni Aloise (8 anni); Candido Perri; Vincenzo De Rose e Francesco Mazzei (7 anni) e Giuseppina Perri (5 anni).

Chiesti sette anni anche per il pentito Marco Paura. Tutti accusati di associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico.