Processo Telesis, Bruni chiede 7 anni per Lamacchia e due ex carabinieri

Pierpaolo Bruni
Advertising

Il pubblico ministero della Dda, Pierpaolo Bruni, ha chiesto la condanna degli ex carabinieri Francesco Romano e Massimiliano Ercole e dell’ex parlamentare e presidente del Cosenza Calcio, Bonaventura Lamacchia e del fratello Ernesto.

I quattro sono imputati nel processo ‘Telesis’, il procedimento scaturito dal blitz della Dda di Catanzaro, che nel 2010 smantello’ un’organizzazione mafiosa che faceva capo al clan Bruni, della quale avrebbero fatto parte anche autentici insospettabili. Oggi, nell’aula 9 del Tribunale di Cosenza, il pubblico ministero ha chiesto per Romano ed Ercole (accusati di concorso esterno in associazione mafiosa) la condanna a sette anni e sei mesi di reclusione. Mentre per Bonaventura ed Ernesto Lamacchia (accusati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso) la richiesta e’ stata di sette anni e duemila euro di multa.

Il pubblico ministero ha inoltre chiesto la revoca dell’ordinanza con la quale il Tribunale aveva rigettato la richiesta di sentire come testimoni i collaboratori di giustizia Ernesto Foggetti ed Edyta Alexandra Kopaczynska, compagna del defunto Michele Bruni, ritenuto reggente del clan. Dopo la requisitoria, sono iniziate le arringhe delle difese. Al termine il collegio dovrebbe entrare in camera di consiglio ed emettere la sentenza.

(Il Velino)