Prostituzione minorile nel Vibonese: arrestato anche un sacerdote

Advertising

Un sacerdote è stato arrestato nel Vibonese con un’accusa gravissima: prostituzione minorile e corruzione di minore.

La procura di Catanzaro ha infatti smantellato una rete dedita alla prostituzione minorile attiva nel Vibonese. Tre le persone arrestate questa notte nel corso di un’operazione condotta dagli uomini  della Squadra Mobile.

Tra queste c’è anche don Felice La Rosa, 35 anni, originario di Limbadi, già parroco per ben 11 anni a Zungri sino ad ottobre 2015.

A Zungri il sacerdote aveva trasformato in “Santuario mariano” la chiesa dedicata alla Madonna della Neve, istituendo poi il Premio mariano e dando ospitalità alla missione dei padri francescani Minimi. Nella serata del 21 agosto 2014 don Felice La Rosa, ordinato sacerdote nel 2002, aveva subito il taglio delle gomme della sua auto al termine di una funzione religiosa.

Gli altri arrestati sono un bulgaro, M.I., e F.A., pensionato. Le indagini svolte dalla Squadra Mobile vibonese traevano spunto dalle investigazioni avviate in ordine all’omicidio di Francesco Fiorillo avvenuto a Vibo Valentia lo scorso 16 dicembre 2015 coordinate dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia.

Nel corso di attività tecnica di intercettazione, avviata nei confronti di persone ritenute vicine alla vittima, sarebbero emersi “chiari ed incontrovertibili elementi di responsabilità” a carico dei tre arrestati, con riguardo ai reati di prostituzione minorile e corruzione di minorenne.

Il bulgaro avrebbe proposto al pensionato ed al sacerdote le prestazioni sessuali di un quindicenne straniero, chiedendo in cambio un corrispettivo in denaro per entrambi.

Fonte: Zoom24