Provincia, l’ingegnere Leone e la cricca dei super ribassi dell’80%

Carletto Guccione e l'ingegnere Leone

I fatti sono accaduti lunedì scorso (giusto giusto una settimana fa) negli uffici della Provincia di Vaglio Lise. E’ stata aggiudicata una gara per l’affidamento di un incarico di progettazione definitiva promossa dalla Provincia e finalizzata all’ottenimento di finanziamenti regionali del Bando POR Calabria FSRE FSE 2014/2020. I finanziamenti riguardano l’adeguamento sismico di alcuni edifici scolastici, con scadenza il prossimo fine febbraio. Le scuole sono ubicate su tutto il territorio provinciale (Spezzano Albanese, Cassano, Rende, Cosenza).

La gara in questione è stata aggiudicata alla migliore offerta che ha presentato un ribasso percentuale sull’importo a base di gara di oltre l’80%.

In pratica il vincitore, l’ingegnere Michele Leone, si è aggiudicato la progettazione definitiva per l’adeguamento sismico di un edificio scolastico per circa 1.500 euro.

Si sono poi svolte altre tre gare simili a quella di lunedì scorso e l’esito è stato pressoché identico in quanto anche queste sono state aggiudicate con ribassi prossimi all’80%.

Gli altri vincitori sono l’architetto Mario Pio Longo, l’ingegnere Marco Lanza e l’architetto Giulio Cesare Guccione.

I dirigenti che hanno dato il via libera a questo pacchetto di gare sono organici e funzionali al centrosinistra, dopo la decadenza di Occhiuto. Voi sapete quanto noi “amiamo” il cazzaro ma se Occhiuto dava incarichi politici … qui per salvare l’apparenza si è giocato in maniera vergognosa col ribasso. 

Anche se non ufficiale, è ovvio che chi redige il “definitivo” di un progetto sarà poi chiamato a redigere l’esecutivo. E con l’esecutivo le parcelle sono alte, molto alte, parliamo di oltre 50.000 “cucuzze”. Con l’aggravante che i definitivi vengono approvati e finanziati da questa giunta regionale, che fa parte dello stesso clan di quelli che si sono presi la Provincia.

A questo punto, non possiamo proprio evitare di tracciare il profilo di uno dei vincitori di questa gara, che è una nostra vecchia conoscenza ovvero l’ingegnere Michele Leone.

Quando compa’ Pinuzzu Gentile riuscì a piazzare, con il chiacchieratissimo bando dell’edilizia sociale, 15 milioni di euro alla Simea srl del costruttore Tallarico, anche l’ingegnere Leone ha fatto festa. Eh sì, perché il giovane professionista è il progettista preferito dei Tallarico. Ed è proprio lui che ha concepito il disegno dei grattacieli di via degli Stadi, è lui il deus ex machina di questo pezzo di città finanziato a peso d’oro ai palazzinari per i loro voraci interessi.

I soldi che dovevano servire a realizzare il contratto di quartiere di San Vito Alto sono rimasti in zona, a via degli Stadi, e sono serviti a realizzare gli orribili grattacieli di Tallarico e Leone.

L’ingegnere Leone, poi, lo ritroviamo al fianco di Carletto Guccione nelle liste della fallimentare esperienza della candidatura a sindaco contro Occhiuto. Anche Leone fa parte dell’Armata Brancaleone sonoramente trombata dai cosentini. Certo, potremmo disquisire a lungo del perché Guccione denuncia le anomalie del bando dell’edilizia sociale e poi si imbarca uno degli imbroglioni nelle sue liste, ma questi problemi di “coerenza” Carletto il maialetto ormai non se li pone più da tempo. Se è vero, com’è vero, che ancora va in giro assieme ai Morcavallo, tra le famiglie più impresentabili della città.

Nel frattempo, ci congratuliamo con l’ingegnere Leone e i suoi amici per le gare vinte e non abbiamo nessuna fiducia nel “nuovo” presidente Iacucci, che non farà nulla per bloccare queste gare anche in presenza di ribassi così vergognosi.