Reggina-Catania, il comunicato della Curva Sud amaranto

Advertising

Questo il comunicato della Curva Sud della Reggina dopo tutte le polemiche per lo striscione esposto durante la gara contro il Catania (“Nessun elefante vi protegge prima o poi la lava vi distrugge”).

“Ci sembra ASSURDO additare come razzista o discriminatoria una tifoseria che negli anni si è resa protagonista di numerose azioni nobili e di solidarietà. Ci sembra ASSURDO definire razzista chi ha presenziato e dimostrato vicinanza ad episodi spiacevoli che hanno colpito tifoserie e città rivali, tra cui quella catanese. Ci sembra ASSURDO essere colpevolizzati per una coreografia. Spesso la libertà di stampa serve soltanto ai giornalisti che non hanno da scrivere ed a quelle persone della nostra città, che senza nemmeno conoscere la nostra realtà si sono permesse ad esprimere giudizi ipocriti e senza fondamento. Troppo comodo non vedere le problematiche di cui Reggio è satura per focalizzarsi, con troppa facilità, su ragazzi, le cui colpe sono soltanto quelle di amare i propri colori. Ma in questo assurdo teatrino mediatico resta solo una certezza che qualora quello che goliardicamente, e ripetiamo goliardicamente, rappresentava la nostra coreografia si dovesse anche minimamente avverare, noi saremmo i primi, come già successo, a rimboccarci le maniche e ad andare a prestare soccorso ed aiuto, mentre voi rimarreste comodamente dietro la tastiera a fare il solito moralismo del caso, IPOCRITI! LA NOSTRA PASSIONE VA OLTRE OGNI REPRESSIONE. ULTRAS LIBERI”.