‘Ndrangheta: confiscati beni per 5 milioni all’imprenditore Passalacqua del clan Buda-Imerti

Advertising

E’ Domenico Passalacqua, di 66 anni, l’imprenditore n destinatario del decreto di sottoposizione a confisca, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, relativo ad un cospicuo patrimonio aziendale e personale. L’ammontare dei beni sottoposti a confisca è pari a 5 milioni e mezzo di euro. Passalacqua, imprenditore nell’ambito della ristorazione, è ritenuto uomo di riferimento della cosca Buda-Imerti, egemone nel territorio ricadente nei comuni di Villa San Giovanni, Fiumara di Muro (RC) e territori vicini.