Regione, il generale Graziano è fuori dal Consiglio: entra Gianluca Gallo

Advertising

La Corte d’Appello di Catanzaro ha buttato fuori dal consiglio regionale uno dei politici più discussi e più trasformisti di tutta la Calabria ovvero Giuseppe Graziano detto “il generale”, padrone della politica rossanese e non solo. Gianluca Gallo ha vinto la sua battaglia giudiziaria e così torna a Palazzo Campanella a tre anni dall’inizio della legislatura. In un primo momento era stato il Tribunale di Catanzaro a dichiarare l’ineleggibilità di Graziano, dovuta al ritardo con cui si era messo in aspettativa dal ruolo di vicecomandante del Corpo Forestale dello Stato (da qui il nomignolo di “generale”). Graziano aveva prodotto ricorso alla Consulta, che aveva rimesso tutto in mano alla Corte d’Appello di Catanzaro, che oggi ha deciso contro il generale.

Graziano proprio qualche giorno fa aveva reso nota la sua adesione ad Alleanza Popolare, il partito del Cinghiale e di Alfano dopo aver lasciato Forza Italia. Sarà certamente in lizza per il collegio di Rossano alle prossime politiche sotto le insegne del Cinghiale. La speranza è che gli elettori lo trattino come merita ovvero trombandolo…