Regione, Mazzei (Uncem): “Calabria Verde va sbaraccata”

Advertising

CATANZARO. “L’Uncem si è opposta con tutte le sue forze alla creazione di una mega Azienda regionale all’interno della quale far transitare i dipendenti dell’ex A.Fo.R., quelli delle Comunità montane ed i sorveglianti idraulici”.

Lo ha detto, riferendosi a Calabria Verde, nel corso di un convegno, il presidente regionale dell’Unione dei Comuni e delle Comunità montane calabresi, Vincenzo Mazzei.

“La nostra proposta – ha sostenuto Mazzei – è sempre stata quella di incentivare la nascita delle Unioni di comuni montani, a cui trasferire alcune funzioni e parte di tale personale. Abbiamo incontrato la netta opposizione di tutte le forze politiche ed in particolare dei sindacati, interessati più al controllo del settore e non, invece, alla piena operatività di un comparto che potrebbe essere decisivo per lo sviluppo della Calabria.

Oggi la nostra proposta è più che mai valida – ha sostenuto Mazzei – e ci auguriamo che il Presidente Oliverio e l’intero Consiglio Regionale capiscano che solo sbaraccando Calabria Verde e decentrando le funzioni sul territorio, è possibile risalire la china ed evitare ulteriori disastri”.