Regione: Oliverio e Viscomi, fine della corsa: lo caccia o si dimette?

Palla Palla e Viscomi
Advertising

Tra il presidente della Regione, Mario Oliverio, ed il suo vice Antonio Viscomi il tempo del feeling sembra essere ormai passato. Tra i due non c’è da tempo la sintonia iniziale e da tempo i due stanno studiando il sistema più indolore per sancire la separazione. Già da mesi Oliverio punta ad un rimpasto della Giunta che spinga fuori dall’Esecutivo l’attuale vicepresidente, mentre Viscomi si rende conto che, nella situazione attuale, è forse meglio per lui decidere autonomamente di abbandonare il governo della Regione Calabria.

Vari e complessi i motivi che hanno portato Oliverio e Viscomi al “gelo” attuale. Il vicepresidente ha spesso storto la bocca dinanzi ad alcune delibere di Giunta criticandole in maniera più o meno esplicita; Oliverio è arrabbiato per la fuga di notizie relative ai lavori di Giunta e addebita tale fuga, in qualche misura, al suo vicepresidente. Sta di fatto che la spaccatura tra i due è ormai palese e si è recentemente manifestata anche attraverso le assenze di Viscomi in occasione di importanti sedute di Consiglio o di Giunta.

E’ evidente che sia Oliverio che Viscomi proveranno probabilmente a “ricucire” il rapporto, ma i segnali, circa la possibilità che la ricucitura ci sia, sono davvero poco incoraggianti. Più probabile che Viscomi decida di dimettersi a breve o che Oliverio proceda al rimpasto già ipotizzato verso la fine dell’anno scorso proprio per mettere fuori Viscomi. Rimpasto che, comunque, non interverrà prima di maggio perché Oliverio sta valutando diverse opzioni per la sostituzione di Viscomi alla vicepresidenza e forse quella che il presidente ritiene più attendibile ed inattaccabile non può materializzarsi prima.

Fonte: Il Giornale di Calabria