Regione, quando i papponi giocano tutti con la stessa squadra

Advertising

Nei giorni scorsi il centrodestra regionale ha organizzato una conferenza stampa per dire che Oliverio governa male. Detto da chi sosteneva Scopelliti fa ridere ma comunque ci può stare.

Quello che non ci sta è che a presentare la stessa conferenza con soggetti del “calibro” (si fa per dire) di Roberto Occhiuto, Fausto Orsomarso e Francesco Cannizzaro, sia stato Romano Pitaro, un giornalista che a voler essere buoni, ha la faccia come una parte del corpo dove non batte mai il sole e che, senza aver superato alcun concorso, guadagna oltre seimila euro netti mensili.  Sì, avete capito bene.
Pitaro, Gianfranco Manfredi, Filippo Diana, Luisa Lombardo e Cristina Cortese sono  tutti giornalisti assunti senza concorso alla Regione, tutti illegittimi da anni.
Pare che il procuratore di Reggio Cafiero De Raho abbia aperto una inchiesta su di loro e la stessa cosa abbia fatto la Corte dei conti.
Romano Pitaro

Questa gente, grazie a galantuomini come Bova e Fedele, occupa abusivamente dei posti, in barba a tutte le leggi dello stato e all’articolo 97 della Costituzione.

Tutti caporedattori e vice caporedattori. E che fa il centrodestra? Chiama Pitaro a presentare la conferenza stampa. Una cosa vomitevole. Caro Cafiero, metta anche questo sul conto quando glielo presenterà.