Regione, tutti i parenti (e non solo) assunti e felici di Alessandro Nicolò

Alessandro Nicolò
Advertising

In merito all’articolo di ieri sul capogruppo di Forza Italia al consiglio regionale Alessandro Nicolò ed in particolare alle modalità con le quali utilizza i suoi parenti e principalmente sua cognata Patrizia Occhipinti, c’è da precisare qualcosa, che rende ancora più amara la nostra denuncia.

Patrizia Occhipinti è stata pagata in nero per molto tempo ma evidentemente deve aver dato un po’ troppo nell’occhio e così, da maggio 2016, il suo amato cognato l’ha assunta con la qualifica di Responsabile amministrativo con decreto dirigenziale perciò siamo noi contribuenti a pagarla perché è assunta con contratto del consiglio regionale.

Il suo background è di commessa in un negozio di abbigliamento. Con tutto il massimo rispetto per chi svolge questo lavoro, non è davvero possibile accettare questo tipo di realtà clientelare.

http://burc.regione.calabria.it/eBurcWeb/directServlet?DOCUMENT_ID=00039884&ATTACH_ID=46526

E non è finita qui. Nicolò ha assunto col gruppo suo cugino Pasquale Nicolò mentre sua cugina Fortunata Raffa è stata assunta con contratto di collaboratore esperto sempre con decreto dirigenziale del consiglio, per cui paghiamo pure questa…

In comando presso la struttura di Nicolò c’è anche Riccardo Occhipinti, fratello di Patrizia, e il cugino Gabriele Trimboli, con contratto di collaboratore esperto fino al 2019.

Fino alla precedente legislatura in struttura c’era pure Anna Martino, suocera del famoso avvocato De Stefano, mentre nell’ultimo periodo collabora con Nicolò da esterna.

Nicolò è riuscito a fare trasferire presso il Corecom in Consiglio anche la moglie dell’avvocato De Stefano, figlia di Anna Martino, dietro pressione di questa.

Un quadretto straordinario: Nicolò, se possibile, ha stracciato il suo collega Fausto Orsomarso, che pure in tema di assunzioni di clientes et parentes è uno quotato.

Auguri e figli maschi… a tutti!