Rende Cambia Rende: “Siamo stati declassati a frazione di Cosenza”

De Rose e Talarico
Si è conclusa da poco la conferenza stampa di fine anno di “Rende Cambia Rende” animata dal consigliere comunale Massimiliano De Rose e da Mimmo Talarico.
“Dobbiamo fermare il declino di Rende – hanno detto con forza De Rose e Talarico -. Non siamo i nostalgici del passato, ma a differenza di Manna abbiamo rispetto del passato. Vogliamo costruire il futuro con il centrosinistra e con tutte quelle forze, oggi deluse, che hanno pensato che Manna rappresentasse il cambiamento. Governa una giunta di estranei che non ha rapporti con il territorio; che ha fallito su tutti i settori della vita amministrativa. Una giunta eterodiretta che ha declassato Rende a frazione di Cosenza. La città ha perso ruolo e funzioni. E’ diventata più piccola, più sporca, più brutta…”.
De Rose ha ricordato le brutte figure (per usare un eufemismo) del sindaco di Rende sulla circolare veloce e sull’ ospedale de iGreco. Ha parlato del taglio indiscriminato di centinaia di alberi, della barzelletta della pizza più lunga del mondo.
Non è mancato, a proposito dei disastri ambientali dello sciagurato Manna, un riferimento alla bonifica della Legnochimica, annunciata e promessa più volte ma mai realizzata.
Sul centro storico il consigliere di Rende Cambia Rende ha affermato che siamo di fronte a ripetuti convegni senza alcuna conseguenza concreta.
E ha concluso ribadendo che siamo davanti a una giunta che rappresenta soltanto i notabili cosentini del centrodestra.
Advertising