Rende, l’annuncite acuta di Manna

Advertising

Il sindaco di Rende, Marcello Manna, ancora una volta si vanta e annuncia l’avvio di opere che non sono sue. Non le ha pensate e non le ha finanziate. Forse non sapeva nemmeno che esistessero o che fossero previste.

Lo svincolo autostradale di Settimo è addirittura inserito nel piano regolatore generale del 2001 e le amministrazioni socialiste del tempo hanno sempre insistito molto con Anas per la sua realizzazione. Dal punto di vista urbanistico è tutto pronto, basta che Anas decida di iniziare i lavori. Per quanto riguarda la rotatoria del Lorenzon sulla statale 107, c’è da dire che Anas aveva perplessità sul sottopasso inizialmente ipotizzato e sono anni che si è optato per la rotatoria.

Sono passati da allora (2011) 6 anni e non si è riusciti a far nulla. La sfortunata (per la nostra città) esperienza di Cavalcanti prima, quella commissariale dopo e l’inconcludente gestione Manna di questi 3 anni sono brillati per la loro incapacità. Manna non ha alcun merito. Sulla rotatoria ha solo colpe. Quelle di non essere riuscito a iniziarne i lavori da ben 3 anni.
Ora c’è riuscito e bisogna dargliene atto. Bravo. Ma non faccia annunci come se tutto ciò fosse farina del suo sacco.

Gianfranco De Franco – Insieme per Rende –