Rende, l’assessore all’Ambiente (e il suo capo) come le tre scimmiette

di Domenico Miceli – consigliere comunale M5s Rende – 

Ecco chi vi amministra!
C’è un assessore all’Ambiente che ancora non sa che il Consorzio Vallecrati, quello che gestisce il depuratore consortile a Coda di Volpe, è un consorzio di Comuni, tra loro associati, e che nel Cda dello stesso fa parte a pieno titolo – membro di diritto – il sindaco di Rende (suo cugino) perché guarda caso il depuratore insiste proprio nel territorio del Comune di Rende (ma questo l’assessore lo sa?, nutro seri dubbi).
Quindi le decisioni prese dal Consorzio, per estensione, sono proprie dell’amministrazione Manna. Che infatti tace sui tanti fatti gravi e vergognosi che si stanno scoprendo sull’impianto, da poco sequestrato dalla Procura della Repubblica di Cosenza perché non depurava.Ma l’assessore all’Ambiente nulla sa, nulla vede e niente dice, come le famose tre scimmiette.
Dopotutto questa amministrazione è la caricatura sbilenca delle tre scimmiette: la colpa è sempre della burocrazia. Mentre la colpa è l’assenza di un’idea politica che non si rintraccia in questi uomini che oggi, ahi noi, governano Rende.
Noi continuiamo a dire: se il Consorzio (quindi i Comuni consorziati) non sono in grado di far funzionare l’impianto sito nel Comune di Rende, il Consorzio va sciolto immediatamente. E visto che fino ad oggi non è stato in grado di gestirlo (leggasi: per responsabilità anche del rappresentante del Comune di Rende nel Cda) il consorzio non ha più senso di esistere.

Ma l’assessore continua a parlare sul nulla e a non vedere il Crati inquinato insieme a tutti i torrenti che attraversano la nostra bella città.
Ecco chi vi amministra!
Prendetene atto e mandateli a casa.