Rende, Miceli (M5S): “Il Laboratorio Civico perde pezzi: che ne sarà di Manna?”

Advertising

Rende, il Laboratorio Civico perde pezzi
Notizia di oggi: la consigliera Cava passa dal Laboratorio Civico a Forza Rende (leggi Forza Italia).

Ve la ricorderete sicuramente la Cava. Il suo maggior impegno da consigliere comunale lo ha dato in qualità di presidente della seconda commissione Bilancio quando ha tentato di far approvare in Consiglio, in pieno conflitto d’interessi, un debito fuori bilancio riferibile a suo figlio. Forza Italia come poteva farsela scappare? E infatti se l’è presa al suo interno senza tentennamenti.

Ora due domande che rimarranno senza risposta: cosa provocherà questo passaggio in termini di equilibri in Consiglio comunale? Manna sempre più isolato?
Questa, invece, una domanda fondamentale che vorrei porre direttamente alla Cava: quali i motivi alla base di questa scelta (non condivisibile)? Detto diversamente: perché vi siete litigati, per quali ragioni?
Poi una costatazione scontata: è ormai assodato che c’è un sindaco incapace di gestire il suo stesso gruppo politico, il Laboratorio Civico (ribattezzato Cinico), figuriamoci la città.

Faccio notare che con il passaggio della Cava aumenta la percentuale di eletti in Consiglio Comunale che hanno cambiato casacca nel corso degli ultimi tre anni, tradendo il voto dei cittadini e la loro fiducia. Ma cosa ancor più grave, continuando a demolire il senso stesso della politica, il suo scopo primario, e infondendo nelle persone quel senso di nausea e di poca credibilità nelle istituzioni democratiche (che forse è lo scopo primario di questi signori per continuare a fare indisturbati quello che vogliono).

Come Movimento 5 Stelle guardiamo con disprezzo a queste pratiche politiche che purtroppo sono lo specchio dei tempi e di quei partiti che continueremo sempre a contrastare a tutti i livelli.

Domenico Miceli – consigliere comunale Movimento 5 Stelle –